Progetto Plastic no more: impegno rinnovato verso l’ambiente

Olitalia rinnova il proprio impegno verso l’ambiente con un passo concreto condiviso con tutti i dipendenti

Con il progetto Plastic no more Olitalia da tempo ha iniziato un percorso volto alla diminuzione nell’impiego della plastica, che deriva soprattutto dall’imballaggio dei prodotti finiti, per cercare di impattare sempre meno sull’ambiente e di raggiungere un livello di produzione sostenibile dal punto di vista ecologico.
Un ulteriore impegno per la riduzione dell’utilizzo della plastica è dato dal cambiamento delle abitudini quotidiane di tutte le persone che lavorano presso Olitalia.
Il Parlamento Europeo ha di recente approvato una direttiva allo scopo di abolire diversi articoli monouso, molto abbondanti tra i rifiuti marini e, a livello nazionale, sono attesi provvedimenti in linea con le strategie UE.
E’ stata fatta quindi una valutazione del consumo di materiali usa e getta in plastica e si è notato che nel 2017 si sono acquistate presso i distributori automatici interni della sede Olitalia quasi 10.000 bottigliette da 500ml, un dato rilevante, che ha portato alla necessità di cambiare le abitudini interne nel rifornimento di acqua.
Per questa ragione sono stati installati vari erogatori a colonna in azienda. Anche in Acetaia parallelamente si è adottato lo stesso sistema. Ogni dipendente ha ricevuto una borraccia da 500ml, da conservare e igienizzare evitando di portarla nelle aree produzione e nei magazzini.
Questa scelta sostenibile è stata recentemente seguita dal Ministero dell’Ambiente e da tante sedi universitarie, nonché altre realtà aziendali.

Progetto Plastic no more: impegno rinnovato verso l’ambiente 1
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info