Ravioli in sfoglia sottile con culatello e ricotta, vellutata di asparagi e punte di asparago caramellate in Olio di Nocellara

di chef Cristina Cerbi

Ingredienti per 2 persone

Per la pasta

  • 500 gr. - Farina per sfoglia "00"
  • 5 - Uova intere
  • 1 - Cucchiaio di Olio Extra Vergine di oliva Monocultivar Nocellara Olitalia

Per il ripieno

  • 100 gr. - Ricotta preferibilmente piacentina
  • 100 gr. - Culatello macinato
  • 50 gr. - Parmigiano
  • 2 - Mazzi di asparagi piacentini
  • ½ - Cipolla tritata
  • Zucchero q.b.
Ravioli in sfoglia sottile con culatello e ricotta, vellutata di asparagi e punte di asparago caramellate in Olio di Nocellara 1
Ravioli in sfoglia sottile con culatello e ricotta, vellutata di asparagi e punte di asparago caramellate in Olio di Nocellara 2

Olio extra vergine di oliva

Olio extra vergine di oliva Monocultivar Nocellara

Scopri

Procedimento

  • 1

    Fare la pasta unendo alla farina uova e un cucchiaio di Olio Extra Vergine di oliva Monocultivar Nocellara Olitalia per rendere la pasta più elastica, lasciare riposare un’ora circa.

  • 2

    Intanto preparare il ripieno unendo culatello e ricotta, 1 uovo e cucchiaio di parmigiano.

  • 3

    Comporre piccoli ravioli tirando la sfoglia sottilissima.

  • 4

    Fare un leggero soffritto con cipolla e olio extravergine unire i gambi degli asparagi tagliati a dadini e tenere da parte le punte.

  • 5

    Scottare in acqua salata le punte  per qualche minuto.

  • 6

    Preparare la vellutata frullando i gambi cotti con l’ acqua di cottura delle punte e mantecando con Olio Extra Vergine di oliva Monocultivar Nocellara Olitalia fino a renderla setosa.

  • 7

    Scaldare un padellino antiaderente fare caramellare le punte con olio extravergine e zucchero.

  • 8

    Cuocere in acqua salata abbondante i ravioli comporre il piatto versando una cucchiaiata di vellutata nel piatto, posizionare i ravioli e le punte di asparago caramellate e infinite irrorare con Olio Extra Vergine di oliva Monocultivar Nocellara Olitalia a crudo.

Ravioli in sfoglia sottile con culatello e ricotta, vellutata di asparagi e punte di asparago caramellate in Olio di Nocellara 3
Chef

Chef Cristina Cerbi

Ristorante Osteria di Fornio
Unione Ristoranti del Buon Ricordo

Chef autodidatta, nella sua Osteria di Fornio, aderente all’Unione dei Ristoranti del Buon Ricordo, propone una buonissima cucina che attinge alla ricca tradizione parmense. Con un passato da commercialista, la cuoca fidentina si è evoluta come cuoca grazie all’incontro con Luca Caraffini, suo marito, figlio di ristoratori. “Aiutavo in cucina nel ristorante dei suoi genitori – racconta – e mio suocero era gelosissimo della sua cucina, allora mi sono dedicata ai dolci dove avevo campo libero, fino a quando, con Luca, abbiamo deciso di rilevare questa antica osteria”. Da quel momento in cucina lei è diventata padrona di fare. E i risultati sono eccellenti!

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info