Tonno del Chianti di Cinta Senese con Olio Extravergine di Oliva Monocultivar Frantoio

di Chef Nikoleta Theodorakis Sejatllari

Ingredienti per 4 persone

 

  • 1 kg. - Spalla di maiale
  • 2 l. - Vino
  • Q.b. - Foglie di alloro
  • Q.b. - Bacche di ginepro
  • Q.b. - Pepe nero
  • Q.b. - Sale grosso
  • Q.b. - Olio Extravergine di Oliva Monocultivar Frantoio Olitalia

 

Tonno del Chianti di Cinta Senese con Olio Extravergine di Oliva Monocultivar Frantoio 1
Tonno del Chianti di Cinta Senese con Olio Extravergine di Oliva Monocultivar Frantoio 2

Olio extra vergine di oliva

Olio extra vergine di oliva Monocultivar Frantoio

Scopri

Procedimento

  • 1

    Preparare il tonno del Chianti con 4/5 giorni di anticipo. Salare la carne: tagliare la spalla di maiale in pezzi, disporre i pezzi ottenuti in una teglia e cospargere con 2 pugni di sale grosso.

  • 2

    Sigillare il contenitore e porre in frigorifero per 3/4 giorni.

  • 3

    Togliere la carne dal frigo, lavare dal sale e disporre in una pentola con le spezie.

  • 4

    Coprire con il vino bianco, chiudere la pentola con un coperchio e cuocere a fuoco molto basso per diverse ore. Il tonno del Chianti cuoce anche per 15 ore, ma dovendolo fare in casa sono sufficienti 4-5 ore.

  • 5

    Completare la cottura lasciando la carne nella pentola fino a completo raffreddamento.

  • 6

    Scolare e sgrassare la carne.

  • 7

    Tagliare in pezzi non troppo piccoli e disporre in un vaso di vetro.

  • 8

    Coprire con Olio Extra Vergine di Oliva Monocultivar Frantoio e conservare in frigorifero. Il tonno così ottenuto si conserva per un mese.

 

Impiattamento

Servire il tonno come antipasto o secondo piatto. A piacere accompagnare anche con due salse al profumo di tartufo bianco.

Tonno del Chianti di Cinta Senese con Olio Extravergine di Oliva Monocultivar Frantoio 3
Associazione

APCI

Migliaia di autorevoli chef professionisti, affiancati da validi colleghi ristoratori, con il supporto logistico e operativo di un team selezionato di professionisti; una determinazione dinamica e perseverante; un altruista e sincero spirito di squadra; una professionalità accertata e sperimentata. Sono questi gli ingredienti della famiglia delle berrette bianche dell’Associazione Professionale Cuochi Italiani.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info