Pizza fritta alle ciliegie dei Campi Flegrei

di chef Vincenzo Esposito - pizzeria Da Carmnella di Napoli

 

Ingredienti per 4 pizze

 

Per l'impasto

  • 3 gr. - Lievito di birra fresco
  • 250 ml. - Acqua
  • 400 gr. - Farina 00
  • 12 gr. - Sale fino

 

Per la farcitura

  • 100 gr. - Provola affumicata di Vico Equense
  • 80 gr. - Ciliegie dei Campi Flegrei, denocciolate e tagliate a metà
  • Qb - Pepe nero di Rimbas macinato

 

Per friggere

  • 1 lt. - FRIENN (Temperatura olio: 185°)
Pizza fritta alle ciliegie dei Campi Flegrei 1
Pizza fritta alle ciliegie dei Campi Flegrei 2

Prodotti per frittura

Frienn

Scopri

Procedimento

  • 1

    Sciogliere il lievito di birra nell’acqua. In una ciotola versare la farina e successivamente l’acqua, mescolando con un cucchiaio di legno. Quando la farina avrà assorbito tutta l’acqua, aggiungere il sale ed impastare per almeno 10 minuti, fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Lasciare riposare l’impasto coperto con della pellicola per 15 minuti.

  • 2

    Dividere l’impasto in quattro, ottenendo così delle porzioni da 170 grammi l’una. Formare delle palline uniformi e lisce, riporle in un contenitore leggermente oliato, chiudere con il coperchio o della pellicola e lasciare lievitare in un posto fresco per almeno 6-8 ore.

  • 3

    Prelevare una pallina di impasto e stenderla con l’aiuto di poca farina in un disco di circa 22cm di diametro. Disporre su una sola metà la provola a cubetti, le ciliegie e una spolverata di pepe nero macinato.

  • 4

    Ripiegare l’impasto e chiuderlo a mezzaluna, premendo e sigillando bene i bordi.

  • 5

    Friggere in olio FRIENN a 185°C, girando la pizza in modo che cuocia bene su entrambi i lati.

  • 6

    Scolare la pizza quando sarà ben dorata e lasciarla alcuni istanti su della carta per fritti prima di servirla.

 

Pizza fritta alle ciliegie dei Campi Flegrei 3
Chef

Chef Vincenzo Esposito

Da Carmnella è una delle pizzerie storiche di Napoli.
Fondata da una donna, Carmela Sorrentino, nel 1892 è arrivata fino ad oggi con quattro generazioni al comando, fino a Vincenzo Esposito, figlio di Carmela e Salvatore che alzarono il livello del locale trasferendolo nella sede attuale. Generazioni che hanno sempre messo la tradizione, la qualità e il piacere di far felici gli ospiti al centro delle loro azioni.
Vincenzo, con la moglie Lucia, oggi conduce Carmnella verso un nuovo mondo della pizza, restando comunque ancorato a quella tradizione che ha trovato la sua essenza nel riconoscimento UNESCO dell’arte dei pizzaiuoli. E lui ne è uno degli esempi più fulgidi.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info